Loading...

UN AIUTO PER RICOMINCIARE
SISMA MARCHE 2016

Il terremoto del 30 ottobre che ha colpito Marche, Umbria e Lazio con una magnitudo 6.5 non ha provocato morti e nessuno, stando alle notizie ufficiali, è in pericolo di vita.

Tuttavia sono migliaia gli sfollati: 25mila nelle Marche e 15mila in Umbria, di cui 3mila solo a Norcia e a Castelluccio, tra i comuni più colpiti dal sisma. Questi i dati, ma secondo le fonti della presidenza del Consiglio si potrebbero raggiungere i 100mila sfollati.

Come aiutare i terremotati?

Il sisma che nella notte del 24 agosto ha distrutto Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, provocando 300 vittime e migliaia di sfollati, ha mosso tutti i cittadini italiani, che da subito si sono attivati per inviare aiuti umanitari beni di prima necessità alle popolazioni rimaste senza nulla. In quell’occasione l’Italia ha dimostrato un’immensa solidarietà, e anche questa volta sono in tanti a chiedersi cosa si può fare per gli sfollati di Umbria e Marche che hanno perso la casa e stanno vivendo giorni di grande paura.

Oggi il Governo stanzierà altri 40 milioni per l’emergenza terremoto in Centro Italia, e presenterà gli emendamenti al decreto approvato ad agosto. L’intenzione è quella di accelerare tutte le procedure burocratiche e ottenere dal Parlamento massimo consenso e collaborazione prima che il “contagio sismico” in Italia provochi altri danni.

Ricordiamo, intanto cosa si può fare per gli sfollati del Centro Italia in questo momento e qual è il numero attivo di emergenza sisma per inviare un aiuto economico a chi ha perso tutto.

DIVENTA ANCHE TU UN VOLONTARIO

Se vuoi dedicare un po’ del tuo tempo agli altri e far parte del nostro progetto, mandaci una email e ti contatteremo prima possibile.

ENTRA NEL NOSTRO MONDO
2018-07-26T15:19:59+00:00